Enter

News

Riccardo Leto| 13 nov 2021| 0 comments

Riccardo Leto  - Stefano Milla The chain

The Chain questo il titolo dell’ultimo film di Stefano Milla girato tra Los Angeles e l’Italia (Piemonte e Valle d’Aosta).

Presentato Venerdì 12 novembre nella stupenda palazzina di Stupinigi l’ultima opera del regista italiano che ormai si può dire di adozione americana, il film THE CHAIN. Incredibile il livello delle location scelte per questo film, degno di una grande produzione Hollywoodiana». Justin Welborne, protagonista del film ispirato alla figura del criminologo Cesare Lombroso, promuove a pieni voti la scelta del regista Stefano Milla di utilizzare gli angoli del «suo» Piemonte per la pellicola  presentata venerdì (12 novembre) nella palazzina di caccia di Stupinigi, in anteprima mondiale.

Il regista ha firmato «Claang: the game» e «Richard the Lionheart: rebellion», ma è con «The Chain» (La catena) che porta ora il suo lavoro ad un livello superiore. Il film verrà distribuito da Lionsgate, una delle maggiori case di distribuzione cinematografica, sul mercato statunitense e canadese.

Il soggetto si sviluppa in un duplice piano: un giovane Cesare Lombroso (Justin Welborne), è alle prese con la sua prima esperienza paranormale grazie alla medium Elisabeth Zaino (Dentiza Diakoska) e il suo intraprendete e avventuroso Benjamin Mason Smith (Neil Cole). L’esperienza non solo aprirà un nuovo settore di ricerca per lo scienziato Lombroso, ma lo metterà in contatto mediatico con Kate (Ellie Patrikios), poliziotta del futuro a Los Angeles.

 

Riccardo Leto veste i panni del Capo della polizia del 1855 “Benito”.

TRAILER

Riccardo Leto| 09 ott 2021| 0 comments
Riccardo Leto in Lidia Poet - Prod Netflix

Riccardo Leto in Lidia Poet – Prod Netflix

Una nuova serie di Netflix dedicata alla valdese Lidia Poët

Sono iniziate in questi giorni a Torino le riprese della nuova fiction targata Netflix, “Lidia”, liberamente ispirata alla figura della valdese Lidia Poët, nata nel 1855 a Traverse di Perrero (To) e prima donna avvocata italiana iscritta all’Ordine professionale. Nel 1920 infatti, all’età di sessantacinque anni, dopo una vita di battaglie, riuscì a ottenere l’iscrizione all’Albo grazie a una legge del 1919 che aveva aperto alle donne tutte le carriere professionali, esclusa la magistratura.

A interpretare il ruolo della giovane donna, ultima di 4 fratelli e 3 sorelle sarà Matilda De Angelis, volto emergente del cinema italiano, già a fianco di Nicole Kidman e Hugh Grant nella serie “The Undoing”. Lidia conseguì il diploma da maestra a Pinerolo e nel 1878 si iscrisse alla Facoltà di legge dell’Università di Torino dove si laureò il 17 giugno del 1881, con una dissertazione sulla condizione della donna nella società, in particolare sulle problematiche legate al diritto di voto alle donne.

Riccardo Leto interpreta un giudice del tribunale.

Le riprese, che sono iniziate lunedì 20 settembre, andranno avanti fino a metà dicembre e si girerà anche ad Asti.

Riccardo Leto| 29 lug 2021| 0 comments

Riccardo Leto - Vincenzo Nemolato

Out of sync è il nuovo cortometraggio del regista Mattia Napoli, produzione 10D Film, produzione, che ha già vinto il David di Donatello 2021 con il precedente lavoro “ANNE”.

In questo nuovo cortometraggio Riccardo Leto interpreta il ruolo del capo dispotico e arrogante di uno stabilimento di caffè.
Il protagonista è l’attore Vincenzo Nemolato già apprezzato nella fiction “Carosello Carosone” accanto a Eduardo Scarpetta.

Trailer e sinossi prossimamente.

Riccardo Leto| 02 gen 2021| 0 comments

E anche questo brutto anno è andato via. Cosa mi porto dietro da questo anno funesto? Sicuramente la voglia di fare sempre cose nuove, anche in momenti non proprio propizi.

Ed è così che in piena pandemia è nato MANI IN PASTA. Ma cos’è MANI IN PASTA? Un gioco, una chiacchierata fra amici, un divertimento, non saprei nemmeno io cosa è stato. So solo che ci siamo divertiti moltissimo. Doveva essere solo un piccolo contenitore di intrattenimento. E si è trasformato in un vero e proprio format, con tanto di ospiti, giochi, sigle e via dicendo. Davvero molto creativo! Ho avuto tantissimi ospiti, amici che mi hanno accompagnato in questa avventura e li ringrazierò per sempre. Qui, una puntata dello show con il meglio di.. MANI IN PASTA

Se volete visionare tutte le puntate potete trovarle nel mio canale ufficiale di YouTube.

 

Il meglio di MANI IN PASTA

Mani-in-pasta-Ospite-Giorgia-Wurth

 

Il logo di MANI IN PASTA

Logo Mani in pasta

 

 

 

Riccardo Leto| 07 nov 2020| 0 comments

E’ on line sulla piattaforma CG il film di Emiliano Ranzani: “Blood Bags

Blood Bags
Il primo lungometraggio di Emiliano Ranzani, scritto con Davide Mela, è un elegante atto di ossequio al cinema di Dario Argento e Lucio Fulci, con una strizzata d’occhio agli slasher movies del John Carpenter di Halloween, Wes Craven, soprattutto Tobe Hooper. Quest’ultimo viene in mente guardando Blood Bags per la sua caratteristica “familiare” che lo accomuna soprattutto a Non aprite quella porta del maestro scomparso due anni fa. Nel film di Ranzani, la “creatura” viene tenuta nascosta agli occhi del mondo dal fratello Vittorio (Alberto Sette), che amorevolmente lo rifornisce con costanza di sacche di sangue (da cui il titolo) prelevate dalle vene di una prostituta in cambio di denaro. E questo per impedire che il fratellone affetto da Gunther disease vada in giro a procurarsi il sangue squarciando le gole di ignari donatori.
La vicenda si svolge a Torino. Nell’antico palazzo in cui vive il mostro di Blood Bags, rimangono rinchiusi in rapida successione il ladro Alex (Emanuele Turetta), il cui compagno Tony (Riccardo Leto) è stato subito sgozzato con un coltellone, la studentessa americana Tracy (Makenna Guyler) in cerca di location per scattare foto, con l’amica Petra (Marta Tananyan), un poliziotto (Salvatore Palombi). Ci sono inseguimenti nei corridoi e coltellate, si, ma soprattutto sequenze più sofisticate e meno slasher (come quelle oniriche che trasformano un carillon-ballerina in un mostro) che rimandano ad un cinema anni Ottanta con un sotto testo che ci parla dei legami di sangue.

Blood Bags è prodotto da Grey Ladder, la distribuzione internazionale è affidata alla britannica Devilworks che ha recentemente venduto i diritti del film a High Octane Picture per il Nordamerica, territorio che si aggiunge a Taiwan, India, Germania, Austria e Svizzera, Benelux, Scandinavia, Spagna, Italia (la piattaforma on demand CG Digital).

 

 

Riccardo Leto| 16 ott 2020| 0 comments
Le regole e i comportamenti da osservare per prevenire i contagi da Covid-19 all'interno dei cantieri per la realizzazione del terzo valico.

Le regole e i comportamenti da osservare per prevenire i contagi da Covid-19 all’interno dei cantieri per la realizzazione del terzo valico.

On line ultimo lavoro in voce.

Le regole e i comportamenti da osservare per prevenire i contagi da Covid-19 all’interno dei cantieri per la realizzazione del terzo valico.

A cura del MINISTERO DELLA SALUTE

 

Riccardo Leto| 23 ago 2020| 0 comments
E’ on line il sito della DGT-NETWORK.com 

og

Chi è DGT-NETWORK 

Dgt-network è una casa di produzione cinematografica fondata nel 2007 da Riccardo Leto e Claudio Morello. Si occupa dell’ideazione, dello sviluppo e della produzione di lungometraggi, documentari, cortometraggi e serie televisive. Inizia con il film “Brokers eroi per gioco” (presentato al Roma Film Festival 2008 come “Evento Speciale”), la propria attività nel settore cinematografico, raccogliendo premi e numerosi consensi di pubblico e di critica, e proseguendo poi con “Unfair Game” (2014) primo di una serie di tre progetti legati al cinema di genere e poi con “The last prisoner” tutti con la regia di Riccardo Leto.

Troverete produzioni in corso, lavori in pre produzione, rassegna stampa e tante altre notizie.

Buona navigazione