Enter

Blog

Riccardo Leto| 16 set 2018| 0 comments
The last prisoner

The last prisoner

Nuovo cortometraggio per la  DGT Produzioni in associazione con la LMC Vision .

E’ ufficialmente partita la produzione del nuovo cortometraggio firmato dal regista Riccardo Leto.

The Last Prisoner” questo il titolo, è ambientato durante la seconda guerra mondiale e narra di un ufficiale americano, (Fabrizio Rizzolo) con il suo conflitto interiore, testimone di una serie di ordini, cui deve dare il consenso nonostante la sua negazione e la sua interna sofferenza. Il cortometraggio sarà girato totalmente in Piemonte.

Domenica 02 settembre presso la località di Baudenasca ( Pinerolo ) inizio delle prime riprese.

Distribuisce Premiere film

Riccardo Leto| 01 mar 2016| 0 comments

Non Solo GoreA cura di Danila Leoni – Nonsologore -

“UNFAIR GAME” è un cortometraggio di Riccardo Leto noto doppiatore, regista e attore. Leto ha voluto ambientare il suo corto nel contesto bellico della seconda guerra mondiale. Ci si aspetterebbe di vedere sangue, battaglie e tutto l’orrore della guerra nella sua cruda violenta realtà, ma quest’ultima viene presentata in modo inaspettato. E’ un corto davvero molto bello, curato in ogni singolo dettaglio, dalle locations, alle inquadrature, e non di meno sono le musiche che trasmettono l’ansia dell’attesa nelle varie situazioni. Un cecchino, appostato in un vecchio edificio, attende il suo nemico. Il luogo in cui il cecchino si trova è un ambiente anonimo, come un nascondiglio deve essere, “povero”, illuminato da una singola candela, un sacco di patate lasciato sul tavolo e dove egli magia pane quasi marcio a dimostrare che la  guerra consente solo questo per la sopravvivenza. Unico colore nella stanza due mele rosse che il cecchino prende dal suo sacco, probabili simboli del sangue versato durante la guerra e che ne contrastano per un breve istante l’amara cupezza. La sequenza delle immagini mostra una guerra crudele, che non tiene conto nemmeno dell’innocenza di un bambino, già consapevole, però, di come cavarsela tanto da compiere un gesto di inaspettato coraggio davanti al cadavere del suo nemico. Doverosi i complimenti alla regia e alla fotografia ottimamente curate, in grado di creare suggestioni che conducono lo spettatore a vivere con coinvolgimento l’attesa di momenti che sembrano essere interminabili.

Il finale stupirà e commuoverà sotto certi aspetti e finalmente un sorriso, simbolo di speranza, apparirà sul volto privo di doloroso vissuto che contrasta quello del cecchino.

Consiglio caldamente di vedere questo corto, sono certa vi piacerà molto.

- See more at: http://www.nonsologore.it/2016/02/28/recensione-unfair-game-di-riccardo-leto/

 

Riccardo Leto| 08 gen 2016| 0 comments
UNFAIR-GAME -  Riccardo Leto

UNFAIR-GAME – Riccardo Leto

Comunicato Stampa
UNFAIR GAME – short movie

Finalmente on line il cortometraggio UNFAIR GAMEdel regista e autore Riccardo Leto. La storia narra di un cecchino tedesco durante la seconda guerra mondiale appostato all’ultimo piano di un vecchio edificio abbandonato, in attesa del suo nemico.. Un giorno il nemico si presenta alla sua vista, ma l’esito del confronto non sarà così scontato.

Il cortometraggio, è affidato alla difficoltà di inseguire un racconto fatto prevalentemente di pensieri e stati d’animo, dove le parole e le azioni del soldato protagonista, diventano l’unico luogo da osservare e condividere o condannare. La figura del cecchino tedesco – visibile in un primo momento sotto diversi aspetti – permette di creare nello spettatore un conflitto interessante. Nel caso, “UNFAIR GAME” si presta perfettamente ad uno studio critico e ad un approfondimento che va al di là del visibile. Un uomo, che intraprende un “gioco sleale” (appunto UNFAIR GAME) e sollecita un giudizio. La trama con un colpo di scena finale, scopre l’inaspettata vera identità del protagonista che porta lo spettatore a riflettere sullo stato d’animo di un soldato in tempo di guerra.  Il protagonista si fa carico di una sua missione personale.

Con questa prima opera da regista, Riccardo Leto da prova di maturità artistica concentrando in pochissimi minuti uno spaccato di storia, cruda, a volte fastidiosa e imbarazzante da raccontare. Un plauso va sicuramente agli attori che con dovizia e immedesimazione contribuiscono alla veridicità della narrazione. L’attore Roberto Biondi nel suo sguardo freddo e gelido impersona un perfetto cecchino lucido nel suo gioco di attesa..

Una fotografia perfetta senza alcuna sbavatura testimonia con gli occhi dei protagonisti il senso o il non senso della guerra. Il film si porta a casa il premio come miglior fotografia al Video Festival Internazionale di Imperia 2015. La musica avvolge, intenerisce, spiazza e aiuta il cammino dello spettatore. Scenografie e ambientazioni tipiche del teatro bellico (dove l’autore non ha certo voluto lesinare), risultano molto ben curate e precise in ogni inquadratura. Movimenti camera fluidi senza strafare, ne fanno di questo UNFAIR GAME un buon corto di partenza dove Leto può reputarsi veramente soddisfatto.

 

Il cortometraggio UNFAIR GAME lo potete trovare qui:

https://www.youtube.com/watch?v=sl_vSVj_QBU&feature=youtu.be

Riccardo Leto| 06 gen 2016| 0 comments
UNFAIR-GAME

UNFAIR-GAME

Il cortometraggio ” UNFAIR GAME” è disponibile online a partire dal 03 Gennaio 2016
Ringrazio la produzione DGT Produzioni e la partecipazione in co-produzione della  Liquid Gate Studio.

Un grazie a tutto lo staff tecnico e artistico per la riuscita di questa piccola opera.

Riccardo Leto| 29 lug 2015| 0 comments
Sedicicorto 2015

Sedicicorto 2015

Ufficiale.
Unfair Game : OFFICIAL SELECTION al “sedicicorto International Film festival

http://www.sedicicorto.it/…/n…/178-Selezione_CORTITALIA.html

 

” Racconto drammatico di un episodio ambientato in un paese di montagna durante l’occupazione tedesca nel corso della seconda guerra mondiale, Unfair Game ha per protagonista un cecchino tedesco, la cui vera identità si rivelerà sorprendentemente solo alla fine del film. Lo sniper per salvare la vita ad un bambino, sovverte le regole di una guerra che gli deve apparire più insensata e disumana. La narrazione filmica alterna nella prima parte momenti di forte tensione emotiva, sostenuti da un ritmo incalzante, e momenti di intensa partecipazione umana che nel finale coinvolgono il vecchio soldato e il bambino, sottolineati da un adeguato accompagnamento musicale.” – Maurizio Villani  FEDIC

Riccardo Leto| 26 feb 2015| 0 comments
On line un piccolo omaggio al nostro studio audio e ai nostri musicisti che hanno curato tutta la colonna sonora. 
I musicisti: Gigi Rivetti e Lamberto Curtoni 
Un particolare ringraziamento va al mio socio e amico Steve Marchesan.
Buona visione 

Unfair Game - Backstage music & sound sfx
Riccardo Leto| 04 feb 2015| 0 comments

Comunicato Stampa
A cura di DGT Network
UNFAIR GAME – short movie

Unfair Game

Unfair Game

Anteprima del cortometraggio Unfair Game presso la sala cinema della FCTP di Torino, in Via Cagliari 42.

Vi aspettiamo domenica 15 Febbraio sera alle ore: 21.30

Abbiamo bisogno di tutti voi per poter andare in concorso; ci date una mano? :)

Grazie mille!